Il nonno acquista di impulso in libreria


Molto interessante la ricerca sugli “acquisti di impulso” in libreria, pubblicata sul Giornale della Libreria nell’articolo di Alessandra Rotondo. Ne pubblichiamo qui ampi stralci

Perché acquistiamo i libri d’impulso?
Quali i generi che hanno più probabilità di essere scelti nell’immediato dallo scaffale, senza bisogno che il lettore ponderi la decisione?
Quali sono i fattori che influenzano maggiormente questo tipo di comportamento?
A queste domande ha cercato di dare risposta un’infografica realizzata da Penguin Random House e diffusa all’inizio dell’estate.
(…) L’elaborazione prende le mosse dall’indagine condotta da Nielsen Books e Consumers Panel tra un campione rappresentativo di americani ultradiciottenni.
(…) L’infografica, per esempio, rivela che solo per due generi – il thriller e il mystery – l’acquisto d’impulso supera quello pianificato (52% vs 48% per entrambi).
Mentre i libri a essere acquistati meno «su due piedi» sono quelli di business (solo il 29%).
Sorprendentemente in fondo alla classifica troviamo anche il genere fantasy, con compere istantanee realizzate solo dal 32% degli intervistati.
C’è una differenza tra donne e uomini quando si tratta di acquistare libri in maniera imprevista?
Sì, ed è abbastanza grande: lo fa il 46% delle prime a fronte del 29% dei secondi.
L’infografica non manca di considerare, poi, fattori come l’età, l’influenza del negozio fisico e l’analisi dell’acquisto dei libri come dono.
Una curiosità: i nonni sono grandi compratori d’impulso quando si tratta di libri da regalare ai nipoti.

Per chi fosse interessato alla lettura integrale dell’articolo:
https://www.google.it/search?hl=it&biw=1623&bih=959&tbm=isch&sa=1&q=lettori+in+libreria&oq=lettori+in+libreria&gs_l=psy-ab.3…34967.35742.0.37082.7.7.0.0.0.0.140.719.4j3.7.0….0…1.1.64.psy-ab..1.5.492…0i7i30k1j0i8i7i30k1j0i8i30k1.Wbh2ZKdRcE0#imgrc=xsGzehGR3d649M:


I nostri partner: