Francia: 3,4 miliardi di euro per la cultura


Buone notizie dalla Francia, da sempre attenta alle librerie e all’editoria.

Un articolo di Alessandra Rotondo pubblicato su GdL-online ce le illustra, ne pubblichiamo ampi stralci:

La fase progettuale della legge finanziaria rappresenta sempre l’occasione per puntare a un incremento del budget dedicato a questo o a quel ministero. Certo, le somme si tirano poi in parlamento con l’approvazione della legge di stabilità, che restituisce una misura reale degli effettivi incrementi o decrementi.

La promessa di Françoise Nyssen – ministra della cultura francese e presidente della casa editrice Actes Sud – di un budget per la cultura da 10 miliardi di euro si è tradotta, al momento dell’approvazione, in una conferma della cifra dell’anno precedente: circa 3,4 miliardi di euro.

(…) Sul versante degli obiettivi, quelli da raggiungere con il sostegno del budget cultura 2018 sono ampi e articolati.
In primo luogo, la garanzia di un accesso quanto più capillare possibile alla vita culturale
(…) Poi il rinsaldamento dell’Europa, la conoscenza e l’approfondimento della lingua francese e l’azione culturale internazionale.
Il sostegno agli artisti e alla loro opera e la tutela della diversità culturale.
Ma anche il rafforzamento del modello democratico basato sull’indipendenza, il pluralismo dei media e la qualità del servizio pubblico d’informazione.

(…) A subire una riduzione del 2,8%, invece, saranno gli stanziamenti operativi per la Bibliothèque nationale de France. Una flessione che, promette la ministra, sarà sostanzialmente compensata da una riduzione d’imposta, confermando un budget da 24 milioni di euro.

Per leggere l’intero articolo:
http://www.giornaledellalibreria.it

I nostri partner: