Author Archive

La Storia

By on marzo 29, 2018 | Category: librerie |

 

CREMA (CR)

Libreria indipendente, allegra e con tanta voglia di fare cultura.
Incontri con gli scrittori, mostre di pittura e fotografia.
Corsi di inglese per bambini, corsi di scrittura creativa, corsi di lettura ad alta voce, gruppi di lettura per adulti e bambini, laboratori per piccoli e per grandi, concerti.
La libraia, Simona Lunghi, vi aspetta!

Libri Doppio Zero

By on marzo 29, 2018 | Category: librerie |

SANTO STEFANO BELBO (CN)

Inaugurata a ottobre 2017 la nuova libreria di Santo Stefano Belbo, Libri Doppio Zero.
Si trova in corso Piave 79.
La libraia, Lavinia Stoica, vi saprà sicuramente dare il consiglio giusto per un buon libro, che troverete in un ambiente caldo e accogliente.

La Scatola Gialla

By on marzo 29, 2018 | Category: librerie |

ALBA ADRIATICA (TE)

La Libreria
La Scatola Gialla nasce dal bisogno di creare un cuore pulsante all’interno della città in cui siamo nate. Un luogo inteso come centro culturale, che ha l’obiettivo di trasmettere l’amore per la lettura.
Nella nostra libreria troverete una ricca scelta di libri e di albi illustrati per bambini e ragazzi, dai 0 ai 14 anni, selezionati con cura e dedizione dalle libraie. Proponiamo inoltre giochi educativi di alta qualità, che rispettano le norme di sicurezza.

La Scatola Gialla è soprattutto un luogo accogliente per grandi e piccoli dove trascorrere momenti speciali, ascoltando storie meravigliose che vengono ambientate in mondi fantastici, illuminati dall’ incantesimo dell’immaginazione. Ogni settimana organizziamo laboratori, feste di compleanno e spettacoli, ma anche incontri con pediatri, psicologi e professionisti dell’infanzia. All’interno della libreria troverete anche una zona allattamento e un piccolo angolo pensato per voi genitori!

La Scatola Gialla è uno spazio dove grandi e piccini possono emozionarsi insieme. Una piccola grande scatola dove tutto è possibile.

Le libraie
Claudia. In un’altra vita si aggirava tra scaffali pieni di libri, con le sembianze di un gatto. Citazione preferita: “il mio corpo sulla terra, il mio spirito sulle nuvole. E tutti e due dentro un libro”.
Cristiana. Sogna la pace nel mondo, ama viaggiare con ogni mezzo, soprattutto con quello della fantasia. Albo illustrato preferito: “Piccolo blu e Piccolo giallo”.

Bestseller grazie al passaparola dei lettori

By on marzo 28, 2018 | Category: Cosa c'è di nuovo |

A volte capita di vedere un libro salire verso la cima della classifica dei titoli più venduti senza averlo neanche immaginato.
Se si tratta di un libro straniero si può prevedere che si ripeta quello che è già successo in altri Paesi.
Ma capita anche che una storia si muova all’improvviso, infischiandosene delle ipotesi degli editori, grazie solo al passaparola dei lettori.
Basta il tam tam in libreria o sui social network, e il gioco è fatto.
Per non parlare poi dei casi internazionali come quello di E.L James che con le sue Cinquanta sfumature non solo è diventata milionaria, ma ha anche aperto la strada al genere letterario sexy oramai molto in voga.
Ecco alcuni “casi letterari” che vale la pena di segnalare, proprio perché li hanno scelti i lettori:

Stoner – John E. Williams – Fazi Editore
Quando si dice i casi della vita. Pubblicato per la prima volta nel 1965, poi quasi dimenticato, questo splendido romanzo di John E. Williams viene ripubblicato nel 2006 dalla New York Review Books e diventa un libro da più di migliaia e migliaia di copie vendute. Bello, commovente, di un’attualità senza tempo. Peccato che il suo autore, scomparso nel 1994, non abbia potuto godersi il gradimento dei lettori.

Benedezione – Kent Haruf – NN Editore
Una saga familiare rivissuta al commiato del padre nella cittadina di Holt, la Macondo del Colorado. Benedizione e gli altri due romanzi della Trilogia della Pianura sono comparsi in Italia nel 2015, quando l’autore, da noi semisconosciuto, era oramai defunto.
Ma, grazie al passaparola, nel 2016 i suoi sono diventati i libri più amati dai lettori forti italiani. E nel febbraio 2017 è arrivato anche da noi l’inedito Le nostre anime di notte

L’eleganza del riccio – Muriel Barbery – E/O
La portinaia Renée, all’insaputa dei suoi borghesissimi e ottusi condomini, è una straordinaria autodidatta, che adora l’arte, la filosofia, la letteratura. Ma nel palazzo arriva monsieur Ozu, il solo che saprà smascherare Renée e il suo antico segreto… Il tam tam delle lettrici fa miracoli: il secondo romanzo della sconosciuta Muriel Barbery, pubblicato nel 2006, ha registrato un lunghissimo boom di vendite prima in Europa e poi in tutto il mondo.

L’ombra del vento – Carlos Ruiz Zafòn – Mondadori
Un romanzo in cui i bagliori di un passato inquietante si riverberano sul presente del giovane protagonista, in una Barcellona dalla duplice identità: quella ricca ed elegante degli ultimi splendori del Modernismo e quella cupa del dopoguerra. Il passaparola ha lanciato la carriera di romanziere di Zafòn, che prima si era occupato soltanto di narrativa per ragazzi. Un libro scritto alla grande, in grado di regalare emozioni che non dimenticherete.

Il linguaggio segreto dei fiori – Vanessa Diffenbaugh – Garzanti
Victoria ha paura di amare e lasciarsi amare. C’è solo un posto in cui tutte le sue paure sfumano nel silenzio e nella pace: è il suo giardino segreto in un parco pubblico. I fiori, che ha piantato lei stessa in questo angolo sconosciuto della città, sono la sua casa. Attraverso il loro linguaggio Victoria comunica le sue emozioni più profonde…
Trovare dei romanzi di esordio così completi non capita spesso. Se ne sono accorti anche i lettori. che hanno tributato a questo libro un successo gigantesco

Emmanuel Carrere – Limonov – Adelphi
La biografia di Eduard Limonov, attivista russo tra i più controversi e originali, è stata pubblicata a settembre 2012. Oggi il libro è un longseller che continua a sorprendere anche i più scettici per il ritmo, i fatti raccontati e la stravaganza del protagonista. E il romanzo ha dato al bravo Carrère un’enorme notorietà internazionale.

Il profumo delle foglie di limone –  Clara Sanchez – Garzanti
Spagna, Costa Blanca. L’aria è pervasa da un intenso profumo di limoni. Sandra, trentenne in crisi, ha cercato rifugio: non ha un lavoro, è in rotta con i genitori, è incinta di un uomo che non ama. Fino al giorno in cui non incontra occhi comprensivi e gentili: si tratta di Fredrik e Karin Christensen. Ma…
In Spagna e nel resto d’Europa ogni anno questo libro è oggetto di decine e decine di ristampe.

Se ti abbraccio non avere paura – Fulvio Ervas – Marcos y Marcos
Un passaparola serratissimo in pochi mesi nel 2012 ha fatto del racconto del viaggio di un padre e di un figlio affetto da una lieve forma di autismo uno dei romanzi italiani più venduti del decennio.
Franco e suo figlio Andrea hanno percorso insieme le due Americhe. E il padre ce l’ha fatta, ha vinto la sua scommessa, conducendo un ragazzo che mai avrebbe pensato di resistere fuori di casa in un paese straniero e in un viaggio itinerante.

Educazione siberiana – Nicolai Lilin – Einaudi
Quando uscì per la prima volta nel 2009, questo libro fu un vero e proprio caso letterario. Grazie alla trama – la vita di un ragazzo siberiano educato da un’intera comunità malavitosa a diventare un “criminale onesto” – e grazie alla potenza della narrazione di Lilin. Un successo inaspettato, che si ripete ancora oggi per il gradimento dei lettori.

Uno splendido disastro – Jamie McGuire – Garzanti
Questa volta l’editore Garzanti l’aveva previsto: la storia di Abby Abernathy ha “sbancato” negli Usa, e i diritti di pubblicazione sono stati contesi alla fiera di Francoforte. Appena è approdato in libreria è subito diventato un best seller, con ottime recensioni da parte di chi lo ha acquistato. Da allora ha avuto diversi sequel e ha trasformato la McGuire in una delle scrittrici di “rosa” più amate.

La lettura supera soglia 41

By on marzo 28, 2018 | Category: in evidenza |


Pubblichiamo ampi stralci di in articolo di Giovanni Peresson apparso su GdL-online:

Il mercato cresce (+5,8%, Amazon compreso), la lettura di libri (esclusi e-book e audiolibri) è stabile.
Dal 40,5% del 2016 sale al 41,0% del 2017 (mezzo punto in più di penetrazione nella popolazione 6+), con una crescita del +1,3%.
Sono questi i dati anticipati da Istat in occasione dell’incontro «No(d)i: leggere i dati, le abitudini di lettura degli italiani e il mercato del libro» che si è tenuto venerdì 23 a Bookpride 2018.
Tutti i dati confermano quanto già sappiamo del mercato della lettura in Italia: leggono più le donne (47,1%) degli uomini (34,5%); nella fascia degli 11-14enni troviamo i livelli maggiori di lettura di libri (oltre il 55%); nel 2017 la crescita sembra esser stata guidata dai lettori deboli (+2,5%).

La domanda che in realtà dobbiamo porci sempre di più nel ragionare su questi dati è: «di quale lettura stiamo parlando»? Cosa si intende cioè oggi con l’espressione «leggere un libro»? È necessario domandarsi se la lettura (di soli libri) fatta nel tempo libero esaurisca la rappresentazione che abbiamo oggi della domanda di lettura proveniente dalla società, del suo declinarsi su formati editoriali (e non parliamo di quelli digitali) sempre più eccentrici rispetto alla tradizionale forma libro (tendenzialmente di narrativa più o meno letteraria, di saggistica più o meno di cultura).
Se quel numero (41,0%) e quella domanda «ha letto almeno un libro non scolastico nei 12 mesi precedenti» esauriscano le nuove modalità di lettura, le nuove dimensioni autoriali che stanno emergendo (il riferimento agli autori youtuber è in qualche modo scontato).

L’impressione è che ci sia una parte non emersa anche rispetto alla lettura di libri, e che Istat stessa recupera poi in domande successive rispetto alla semplice richiesta se si è letto o meno un libro non scolastico nei 12 mesi precedenti.
(…)
Per questo credo che oltre quel 41,0% di lettori (di libri), ce ne siano altri che già nel non percepirsi come lettori rendono più difficile – a chi i libri li pensa, li fa e li distribuisce – il lavoro quotidiano, venendo meno la consapevolezza che leggere è anche disporre di uno strumento in più per risolvere i piccoli problemi della vita quotidiana.

Per leggere l’articolo completo:
www.giornaledellalibreria.it

Incanto

By on marzo 27, 2018 | Category: librerie |

FOLIGNO (PG)

Incanto è la nuova libreria per bambini a Foligno.
Uno spazio pieno di idee, sicuro e a misura di bambino.
Offriamo in ampia scelta di testi illustrati e giochi da 0 a 14 anni.
Proponiamo laboratori di lettura, di musica ed arte.

Incanto è uno spazio ideale per avvicinarsi all infanzia in modo protetto facendo spazio ai più piccoli e lasciando sorpresi più grandi.
I colori ed i personaggi che la abitano arriveranno direttamente dal mondo delle fiabe più incantate. I protagonisti sono i vostri bambini.

MarcoPolo

By on marzo 27, 2018 | Category: librerie |

VENEZIA (VE)

MarcoPolo è una libreria indipendente a Venezia con due sedi, una in campo Santa Margherita e l’altra alla Giudecca.

In entrambe le librerie potete trovare un assortimento di libri di editoria indipendente con un ampio settore di libri illustrati, per bambini e adulti. Nella sede della Giudecca c’è anche una selezione di libri usati e fuori catalogo.

Gli editori e i libri sono scelti con cura e leggiamo i libri che proponiamo e a volte ne scriviamo una recensione che potete trovare qui

Alla MarcoPolo potete venire per i libri, per gli incontri con l’autore, per i corsi di fotografia e di scrittura o anche semplicemente per ascoltare della buona musica.

La Desenzanese

By on marzo 27, 2018 | Category: librerie |

DESENZANO (BS)

L’esperienza maturata in oltre 10 anni di attività nel settore libraio ci ha portato, nel 2018, alla decisione di aprire due librerie indipendenti.

Una decisione certamente controcorrente se si pensa che negli ultimi 6 anni proprio il numero delle librerie indipendenti – attualmente poco più di 800 su tutto il territorio nazionale – è calato di quasi il 30%. Diversi i fattori che hanno concorso a determinare una simile situazione: la crisi economica; il canale dell’on – line come importante canale di vendita; un mercato, quello italiano del libro, storicamente ridotto ed in cui fa ormai drammaticamente difetto, ad ogni livello della filiera, quella sana concorrenza che sola potrebbe garantire una partita ad armi pari tra “piccoli” e “grandi”.

Per il particolare contesto in cui si colloca, abbiamo pertanto operato una scelta imprenditoriale ma anche culturale.

Da un lato, riteniamo che il luogo fisico della libreria, per poter sopravvivere, dovrà in futuro sempre più riuscire ad affermare con forza una propria identità che lo renda riconoscibile quale realtà del e per il territorio: un’identità che viene trasmessa attraverso l’assortimento che si decide di proporre e l’atmosfera che l’ambiente e i servizi pensati permettono di respirare.

Dall’altro, crediamo che – se e quando possibile – sia un dovere, per un imprenditore del libro, provare ad agire al di fuori di quella zona opaca di non concorrenza che, da ogni direzione, va sempre più fagocitando lo spazio di questo mercato. La mancanza di concorrenza, che è di per sé sempre deleteria, rischia infatti di sconfinare in una mancanza di libertà laddove riguardi un mercato, quello del libro, in cui il bene scambiato è anche uno strumento di diffusione di idee e di visioni.

L’essere indipendenti, pertanto, significa per noi assicurarci quello spazio in cui provare ad affermare sino in fondo la nostra identità e, al contempo, costituisce un tentativo di porci al di fuori di logiche che fatichiamo a condividere.

Il Tappeto Volante

By on marzo 27, 2018 | Category: librerie |

STABIO (Svizzera)

“Per sognare non bisogna chiudere gli occhi, bisogna leggere” (Michel Foucault).

E infatti noi siamo dei genitori e dei sognatori, innanzitutto.
Per un bel po’ abbiamo sognato di poter costruire qualcosa di gratificante per noi e di “sano” per i giovani di Stabio e dintorni.
Un luogo dietro l’angolo e accogliente dove trovare opportunità di crescita attraverso la lettura e il gioco educativo.
La Libreria Tappeto Volante vuole fare esattamente questo: selezionare ed offrire libri, giochi educativi ed attività creative per bimbi e ragazzi, quasi con l’ambizione di antidoto ai prodotti di massa che ci piovono addosso.

Io (Federico) e mia moglie Agnese, ci siamo allora messi in gioco per far diventare il sogno realtà.
Egoisticamente questo ci arricchisce e speriamo fara’ lo stesso per chi crede che il gioco sia una cosa molto seria e che “un buon libro e’ un compagno che ci fa passare dei momenti felici” (Giacomo Leopardi).

Vi aspettiamo in libreria per crescere e sognare insieme.

Federico e Agnese

www.tappetovolante.ch

www.facebook.com/libreriatappetovolante

 

La Salodiana

By on marzo 27, 2018 | Category: librerie |

SALO’ (BS)

L’esperienza maturata in oltre 10 anni di attività nel settore libraio ci ha portato, nel 2018, alla decisione di aprire due librerie indipendenti.

Una decisione certamente controcorrente se si pensa che negli ultimi 6 anni proprio il numero delle librerie indipendenti – attualmente poco più di 800 su tutto il territorio nazionale – è calato di quasi il 30%. Diversi i fattori che hanno concorso a determinare una simile situazione: la crisi economica; il canale dell’on – line come importante canale di vendita; un mercato, quello italiano del libro, storicamente ridotto ed in cui fa ormai drammaticamente difetto, ad ogni livello della filiera, quella sana concorrenza che sola potrebbe garantire una partita ad armi pari tra “piccoli” e “grandi”.

Per il particolare contesto in cui si colloca, abbiamo pertanto operato una scelta imprenditoriale ma anche culturale.

Da un lato, riteniamo che il luogo fisico della libreria, per poter sopravvivere, dovrà in futuro sempre più riuscire ad affermare con forza una propria identità che lo renda riconoscibile quale realtà del e per il territorio: un’identità che viene trasmessa attraverso l’assortimento che si decide di proporre e l’atmosfera che l’ambiente e i servizi pensati permettono di respirare.

Dall’altro, crediamo che – se e quando possibile – sia un dovere, per un imprenditore del libro, provare ad agire al di fuori di quella zona opaca di non concorrenza che, da ogni direzione, va sempre più fagocitando lo spazio di questo mercato. La mancanza di concorrenza, che è di per sé sempre deleteria, rischia infatti di sconfinare in una mancanza di libertà laddove riguardi un mercato, quello del libro, in cui il bene scambiato è anche uno strumento di diffusione di idee e di visioni.

L’essere indipendenti, pertanto, significa per noi assicurarci quello spazio in cui provare ad affermare sino in fondo la nostra identità e, al contempo, costituisce un tentativo di porci al di fuori di logiche che fatichiamo a condividere.


I nostri partner: